tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1

Glossario del vino: Lettera A

Prima di arrivare al termine del viaggio verso il vino, vediamo il significato di alcuni termini del vino, partiamo co la lettera A.


Abboccato indica che un vino è di sapore leggermente dolce che contiene un leggero residuo di zucchero.
Aborto floreale Malattia genetica di alcuni vitigni che impedisce una corretta e completa allegagione. I fiori, pur se impollinati, non danno origine a chicchi d'uva e cadono, per questo il grappolo che si sviluppa è rado e incompleto (spargolo). Il Picolit presenta un esempio classico di aborto floreale.
Acerbo si usa per descrivere un vino giovane, di alta acidità e/o ricco di tannini immaturi che devono ancora affinarsi col tempo.
Acetato di etile si tratta di un estere che si ha da reazione tra alcol etilico e acido acetico. E’ l’estere più comune nella frutta.
Acidità Fissa L'acidità determinata dai soli acidi non volatili
Acidità totale Componente fondamentale di un vino, è la somma dei vari acidi (fissi e volatili) presenti (malico, tartarico, citrico, acetico) e si esprime in g/l. Da essa dipendono la salute e la buona conservazione di un vino, nonché la sua gradevolezza.
Acido acetico è l’acido dell’aceto che si forma dall’alcol etilico. Nei vini è sempre presente in piccolissime quantità, ma in percentuali più elevate costituisce un grave difetto.
Acidulo Eccessivamente ricco di acidità.
Acinellatura del grappolo Difetto di fecondazione dovuto a particolari condizioni atmosferiche che si verificano durante la fioritura. Le temperature basse e il vento possono causare delle fecondazioni imperfette determinando la presenza nel grappolo di acini che rimangono verdi e immaturi. Caso particolare è il vitigno picolit che soffre di questo difetto e aborto floreale.
Affumicato profumo derivato dall’affinamento del vino in legno. Troviamo anche altri profumi della stessa derivazione quali bruciato, caffè tostato, caramello ecc…
Aggressivo si dice di un vino troppo acido.
Agostamento Fase del sottociclo vegetativo. Abbiamo la maturazione dei tralci e la vite inizia ad immagazzinare le sostanze elaborate come riserva della pianta utili al superamento della fase di riposo invernale.
Alberata Sistema di allevamento tipico dell'aversano, che prevede vigna sostenuti da pali alte fino a 20 metri. Ancora in uso per la coltivazione del vitigno asprinio.
Alcolico si dice di un vino quando vi domina la sensazione calorica dovuta all’alcol. 

Allappante viene utilizzato per descrivere un vino molto tannico, sgradevole che lega i denti.
Allegagione Fase del sottociclo riproduttivo in cui i fiori fecondati portano alla formazione degli acini che iniziano ad aumentare di peso e volume.
Alloctono Indica un vitigno che è coltivato in una determinata zona da diversi anni, ma la sua origine è diversa rispetto alla zona di coltivazione.
Amabile indica un vino un po’ dolce, tra abboccato e dolce.
Amaro sensazione che se troppo accentuata rende un vino sgradevole. Una leggera nota amara invece può essere percepita come gradevole mentre un sapore decisamente amaro è un difetto dato da una vinificazione non corretta e/o disattenta.
Amarone vino della Valpolicella DOCG rosso, secco, ottenuto solitamente dai vitigni corvina, rondinella e molinara fatte appassire.
Ambiente pedoclimatico Insieme di elementi naturali e non che concorrono alla definizione del sistema vigneto. Gli elementi principali sono il clima e il terreno e l' insieme alle tecniche colturali applicate alla vite.
Ambrato Colore di molti vini passiti e/o liquorosi, ma anche dei bianchi ossidati o decrepiti.
Ampelografia disciplina che studia, identifica e classifica le varietà dei vitigni attraverso schede che descrivono le caratteristiche dei vari organi della pianta nel corso delle diverse fasi di crescita.
Ampio si usa quando un vino presenta una grande ricchezza olfattiva.
Analisi chimica Serve a scomporre, tramite strumenti adeguati, ciò che si presenta unitario, come il vino, nei suoi elementi costitutivi, i quali vengono poi esaminati singolarmente o con riferimento alle reciproche relazioni e rapporti.
Analisi organolettica Vedi "Degustazione".
Analisi sensoriale E' un processo di valutazione che mira alla conoscenza dei caratteri organolettici di un dato prodotto e delle conseguenti reazioni sensoriali, tramite l'adozione di test sui consumatori e di laboratorio, i cui risultati vengo elaborati ed interpretati.
Animale stiamo parlando di una tipologia di profumi del vino come selvaggina, pelliccia, sudore, carne.
Annata L'anno vendemmiale dal quale deriva un determinato vino. Sinonimo di Millesimo, Vintage, Colheita, Vendange, Vendemmia.
Antociani sono delle sostanze presenti nella buccia dell’uva e che determinano la colorazione dei vini rossi.
Antracnosi malattia crittogama che attacca le foglie e i grappoli dell’uva.
Archetti Curve che si formano sulle pareti del bicchiere quando il vino viene fatto roteare, e che ricadono come lacrime formando, appunto, dei piccoli archi. Sono dovuti alla presenza di alcole glicerina e sono tanto più fitti e numerosi quanto maggiore è la forza alcolica del vino.
Arena terreni sabbiosi.
Aristocratico  Fine ed elegante, ma anche unico, di rara qualità e superiore ai suoi simili. Lo sono solo i grandissimi vini per tradizione storica e caratteristiche organolettiche.
Armonico Un vino viene definito armonico quando le sue componenti sono in gradevole proporzione tra loro. un vino raggiunge l'armonia con la giusta maturazione.
Aroma sostanza che viene percepita durante l’esame gusto-olfattivo (degustazione).
Aromatico indica che i profumi primari del vino derivano da uve aromatiche.
Aroma di bocca La sensazione olfattiva che si percepisce attraverso la via retronasale dopo aver deglutito il vino.
Astringente indica l’effetto astringente in bocca dovuto dalla presenza nel vino di molti tannini.
Auslese Menzione tradizionale dei vini dell'Alto Adige e di Caldaro che sta a significare "vino scelto", cioè quello ottenuto solo con le uve migliori. E' un termine tedesco.
Austero indica un vino ricco di corpo ed estratti, con decisa sensazione data dai tannini.
Autoctono Indica un vitigno che è nato in una determinata zona e che continua ad essere coltivato nel medesimo territorio.
Autolisi è un processo di decomposizione delle cellule del lievito che conferisce profumi particolari al vino.